Nintendo

Da Wiki Pokémon.
Versione del 15 lug 2020 alle 08:01 di Birch (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search

Introduzione

Nintendo Co.,Ltd di Kyoto, è il leader mondiale indiscusso nella creazione e nello sviluppo di intrattenimento interattivo. Nata come produttore di giochi di carte, ad oggi Nintendo produce e commercializza hardware e software per le sue console, domestiche e portatili. Ad oggi, Nintendo ha venduto più di 750 milioni di console in tutto il mondo, con 4,7 miliardi di videogiochi.

Storia

1889

Fusajiro Yamauchi inizia con la produzione di carte da gioco giapponesi Hanafuda (carte dei fiori) a Kyoto.

1902

Yamauchi avvia in Giappone la produzione delle prime carte da gioco di tipo occidentale, che, create inizialmente per la sola esportazione, riscontrano lo stesso successo sia in Giappone sia nel resto del mondo.

1933

Anno di svolta per la crescita della società, viene fondata la Yamauchi Nintendo & Co.

1947

Viene creata un'azienda di distribuzione, Marufuku Co. Ltd.

1950

In questi anni, sotto la guida di Hiroshi Yamauchi, l’azienda ha una forte crescita: sorgono numerose fabbriche, l’azienda raggiunge il primo posto nella produzione di carte plastificate in Giappone. Il 1959 fu un anno di svolta, infatti grazie ad una collaborazione con Walt Disney, Nintendo produce carte da gioco rappresentati i personaggi Disney aprendosi così ad un mercato rivolto principalmente ai bambini.

1963

Anno fondamentale nella storia aziendale, viene assunto il nome Nintendo Co., Ltd e viene avviata la produzione di giochi.

1970

Nintendo afferma la sua tradizione di innovatrice tecnologica, introducendo sul mercato la Beam Gun, una pistola laser con tecnologia ottoelettronica, introducendo così la tecnologia elettronica per la prima volta nel mercato dei giocattoli giapponesi. Lo sviluppo tecnologico crebbe rapidamente, così negli anni successivi venne sviluppato un sistema di tiro al piattello con pistole laser, la cui popolarità crebbe al punto da superare il bowling come passatempo preferito dei giapponesi. Inoltre iene sviluppato un sistema di proiezione delle immagini mediante proiettore dotato di pellicola a 16 mm per sale giochi, che viene esportato in America ed Europa.

1977

Vengono sviluppati videogame da casa in collaborazione con Mitsubishi Electric. Vengono sviluppati i primi dispositivi Nintendo per videogame da casa, quali TV Game 15 e TV Game 6. Viene quindi creato il primo gioco arcade basato sull’Otello. La crescita è tale da portare Nintendo, nel 1979, ad aprire Nintendo of America a New York, con una sezione operativa azionata a gettone.

1980

Viene annunciata la fondazione della consociata Nintendo of America Inc. a New York. In Giappone inizia la vendita della linea di prodotti GAME & WATCH, i primi videogame LCD portatili con microprocessore. Shigeru Miyamoto, un artista Nintendo, crea il gioco Donkey Kong. L'eroe, chiamato inizialmente Jumpman, è un carpentiere che cerca di salvare la sua ragazza, Pauline, dalle grinfie di una scimmia pazza. Il nome Jumpman verrà cambiato durante la fondazione della sede generale di Nintendo of America da parte di Nintendo Co., Ltd. Per la somiglianza con il locatore dell'ufficio, Mario Segali, viene difatti ribattezzato Mario.

1983

Viene lanciato sul mercato il Nintendo Entertainment System™, nato in Giappone con il nome di Famicom, sfidò il parere degli esperti e la crisi del mercato videoludico, vendendo milioni di unità e salvando l’industria del videogioco. Da questo momento in avanti, Nintendo comincerà la sua crescita nel mercato videoludico con la produzione di Console e giochi, mantenendo la tradizione di portare tecnologie innovative e alla avanguardia nel mercato videoludico e portando il proprio mercato in tutto il mondo.

Console

Come già detto, Nintendo si specializzerà negli anni ’90 nella produzione di console, oltre alla produzione di videogiochi spesso in collaborazione con altre aziende di sviluppo software. La produzione di hardware verte sia sulla creazione di console fisse che di console portatili, tuttavia in entrambi i casi è evidente come Nintendo abbia l’obiettivo di portare due principali fattori all’esperienza videoludica: il gioco in multigiocatore e l’innovazione tecnologica. Tra le console più popolari ricordiamo:

Famicom

il già citato Famicom, che come detto precedentemente salvò dalla crisi il mercato videoludico.

Game Boy

Il Game Boy, che diede ai giocatori di tutto il mondo la possibilità di giocare con una console portatile titoli di grande successo come Tetris, Super Mario e Pokémon. Inoltre, grazie a specifici accessori, anche con la console portatile i giocatori avranno la possibilità di giocare assieme.

Famiglia Super Nintendo

Il Super Nintendo e successivamente il Nintendo 64, console fisse con una gran varietà di giochi e con le prime tecnologie di grafica 3D, oltre al gioco in multigiocatore.

Famiglia Game Boy Color

A partire dal 1998 il vecchio Game Boy evolve nel Game Boy Color, altra console portatile che ne è la versione più potente, con schermo LCD e più di 32 mila colori rispetto alla versione monocromatica. Questo evolverà rapidamente negli anni successivi in una serie di console portatili sempre più innovative: Il Game Boy Advance, che introduce uno schermo con retroilluminazione. Successivamente il Game Boy Advance SP, con il moderno design a conchiglia, e il game Boy Micro, con le prestazioni di un Game Boy Advance in un design notevolmente ridotto.

GameCube

Erede del Super Nintendo 64 nasce il Game Cube. Questa console fissa è di particolare rilevanza perché definisce uno dei caratteri distintivi di Nintendo: infatti, questa console non solo consentirà di giocare in multigiocatore, ma darà la possibilità di essere potenziata con specifici accessori che consentiranno la comunicazione con le console portatili, un tratto unico e innovativo per l’epoca, e che sarà emulato in seguito da altre case di produzione.

Nintendo DS

Le innovazioni non tardano a ripresentarsi per le console portatili, viene infatti lanciato sul mercato il Nintendo DS (double screen – doppio schermo). Questa console dispone appunto di due schermi, uno dei quali con tecnologia touch. Una vera rivoluzione tecnologica accompagnata da una rivoluzione di pubblicitaria, infatti il lancio della console fu accompagnato da una distribuzione capillarizzata in esercizi commerciali o eventi dedicati, dove gli appassionati poterono provarla in anteprima. Il successo della console porterà ad una sua declinazione in molti modelli successivi: Nintendo DS Lite, Nintendo DSi e DSi XL, e successivamente il Nintendo 3DS, con fotocamera e tecnologia 3D. Anche questa versione tridimensionale e potenziata sarà declinata in varie versioni: 2DS, più economica per raggiungere un pubblico più vasto, New 3DS e New 3DS XL, con un design accattivante e una qualità grafica migliorata, e infine il New 2DS XL, con le stesse caratteristiche del New 3DS XL ma privato della funzionalità 3D.

WII e WII U

Le innovazioni tecnologiche non mancano anche sul fronte console portatili: nasce infatti WII, una console con un sistema di controller innovativo basato principalmente sul movimento, grazie al quale saranno rilasciati una serie di giochi e accessori legati allo sport e al benessere del proprio fisico, citiamo ad esempio Wii Fit, con relativa Balance Board, o Just Dance. Con questa console Nintendo esprime chiaramente la sua intenzione di spingere i giocatori a tenersi anche in forma. Nasce poi WII U, anch’essa portatrice di un elemento di grande novità: il primo controller dotato di schermo per una esperienza di gioco immersiva.

Nintendo Switch

L’ultima innovazione tecnologica di Nintendo da vita a Nintendo Switch, la prima console che racchiude tutte le potenzialità delle console precedenti: è una console portatile, ma è anche una console fissa. I controller fungono da normale controller, ma all’occorrenza anche da controller con sensore di movimento.

Nintento e Pokémon

Nintendo ha lanciato varie serie di videogiochi che hanno consacrato numerosi personaggi iconici, tra cui si ricordano Mario, The Legend of Zelda, Kirby, Metroid e, naturalmente, Pokémon. Il 26 Febbraio 1996 Nintendo pubblica sul mercato giapponese, e successivamente in tutto il mondo, il primo videogioco Pokémon, ideato da Game Freak. Il fenomeno videoludico è un successo di scala mondiale e la collaborazione tra Nintendo e Game Freak dà vita ad un fenomeno internazionale che creerà un brand capace di affermarsi con forza anche in altri mercati, coinvolgendo fumetti, serie tv, lungometraggi animati, carte collezionabili, oggettistica, moda e moltissimi altri settori. Non solo, il brand ha una potente partecipazione anche in eventi sociali e programmi televisivi. Grazie alla serie animata, Pikachu diventa in breve la mascotte del brand, andando di diritto ad affiancarsi alle icone dei giochi Nintendo come Mario, Link, Kirby e Samus. In breve tempo Pokémon acquisisce una fortissima influenza su Nintendo, infatti, è tra i titoli di maggior successo ed uno di quelli con la componente multigiocatore particolarmente spiccata. Inoltre, i titoli Pokémon presentano una fortissima accezione di collezionismo, che sfocia nella peculiarità della serie videoludica: la compatibilità tra giochi successivi e appartenenti a generazioni o console diverse. Vediamo infatti come Pokémon spinga Nintendo ad adattare le proprie tecnologie per funzionalità di connessione uniche e dedicate: accessori per il Game Cube volti a connetterlo al Game Boy Advance, accessori per il Game Boy e Game Boy Color che permettono la comunicazione tra due console di diverse generazioni. La retrocompatibilità del Nintendo DS, che presenta un secondo slot per le cartucce del Game Boy Advance, utilizzato anche per il trasferimento dei dati. Fino allo sviluppo di app e sistemi di cloud, come il recente Pokémon Home che permette di conservare una grande quantità di Pokémon. Pokémon è anche il principale cardine su cui Nintendo ha fatto leva per entrare nel mercato di videogiochi mobile, ricordiamo infatti il lancio da parte di Nintendo di Pokemon Go, sviluppato da Niantic, Pokémon Masters, Pokémon: Magikarp Jump, Pokémon Rumble. Infine, è importante menzionare i Pokémon Direct. I Nintendo Direct sono dei video con cui Nintendo comunica agli appassionati le proprie decisioni aziendali, i nuovi prodotti e gli sviluppi principali che saranno rilasciati. Questo potente mezzo di comunicazione si declina nei Pokémon Direct, Direct dedicati esclusivamente al brand Pokémon. Questa scelta di Nintendo di fare una versione dedicata di questo suo peculiare strumento di comunicazione è fortemente indicativo del peso che Pokémon abbia sulla società.