Panini S.p.A

Da Wiki Pokémon.
Versione del 12 lug 2020 alle 12:05 di Meeesteee (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search

Panini S.p.A. è una delle case editrici italiane più famose, specializzata nella pubblicazione di collezionabili (specialmente figurine) e fumetti (tramite la divisione Panini Comics).

Background dell'Azienda

Panini S.p.A. è una delle case editrici italiane più nota agli appassionati di cultura pop. Nota per gli album delle figurine dei calciatori, è stata fondata nel 1961 dai fratelli Panini, quando decisero di commercializzare la prima edizione del loro album Calciatori Panini.Il format di questo album era molto semplice: tramite l’acquisto (in edicola) di bustine, si potevano ottenere figurine adesive di calciatori della Serie A. L’obiettivo era completare l’albo, scambiando i doppioni con i propri amici o continuando ad acquistare bustine cercando quelle mancanti. Nel 1996, la casa editrice ha acquisito la casa Marvel Italia, che nel 2001 cambiò ufficialmente il suo nome in Panini Comics. Negli anni, varie sottosezioni editoriali sono nate, tra cui Planet Manga. Questa casa editrice pubblica anche in altre nazioni del mondo, come Brasile, Germania e Messico. Tra i marchi partner della Panini, Pokémon negli anni ha visto il suo nome presente in diversi tipi di prodotti, alcuni di fortuna, altri sopravvissuti solo qualche anno.

Collezionabili

I Pokémon sono stati presenti in due (forse di più, ma non ne è rimasta alcuna traccia) collezioni prodotte da Panini.

Pokémon Kraks

Realizzati per le prime tre generazioni. I Kraks erano dei dischetti lanciabili con un particolare strumento, e i giocatori si sfidavano a centrare dei bersagli. La Panini commercializzava anche la scatola in cui collezionarli.

Pokémon Stacks

Prodotti anche loro per le prime tre generazioni. Andavano di pari passo con l’anime, infatti esistevano diversi magneti raffiguranti personaggi dell’anime. Andavano collezionati in un modo simile alle figurine dei calciatori, ovvero comprando bustine con diversi magneti, a differenza dei Kraks che ne avevano solo uno per busta.

Panini Comics

Panini Comics, nata da una trasformazione della Marvel Italia, ha pubblicato negli anni tre prodotti legati al marchio Pokémon, due di importazione nipponica e un altro originale. Nessuno di questi prodotti è sopravvissuto molto ed è stato o sospeso o ceduto a qualcun altro.

Pokémon il Magazine Ufficiale

Edito originariamente dalla filiale francese della Panini, sotto l’etichetta Panini Kids. In Italia è arrivato in un secondo momento, nel 2017, dopo qualche numero dell’originale francese, ma non ha avuto molta fortuna, infatti è stato cancellato dopo solo nove numeri nell’anno successivo. La rivista usciva a cadenza bimestrale, a differenza di quella francese che era un mensile, ed era una semplice traduzione della stessa. I due numeri successivi furono pubblicizzati con altri nomi, ma apparentemente non furono mai commercializzati.

Il format

Il bimestrale conteneva diversi articoli che riguardavano il franchise a tutto tondo, dai videogiochi al gioco di carte collezionabili alla serie animata (nell’arco narrativo dedicato a Sole e Luna). Erano anche presenti vari giochi in stile settimana enigmistica a tema Pokémon e una rubrica dedicata interamente ai fan, con un concorso che premiava la migliore fan art ricevuta dal giornale.

Il Magico Viaggio dei Pokémon

Prima delle importazioni nipponiche in Italia edite da Panini, è un Manga Shōjo, ovvero un manga che ha come target un pubblico principalmente femminile, anche se in Italia si riferisce più genericamente ad un manga che tratti di tematiche sentimentali. Il manga è pubblicato dall'etichetta Planet Manga, sotto-etichetta della Panini Comics che si concentra principalmente su, appunto, i manga. Anche questa serie non ha trovato molta fortuna in Italia: dei 10 volumi originali solamente due sono stati pubblicati, successivamente la serie è stata sospesa. La storia parlava di una ragazza di nome Nocciola, innamorata profondamente di un allenatore chiamato Mandorlo, che per farlo innamorare usa una pozione d’amore di suo nonno. In cambio, il nonno la incarica di catturare tutti i Pokémon esistenti, quindi la ragazza si lancia in questa avventura con il suo Pikachu parlante. Due curiosità particolari: in questa serie tutti i Pokémon sono capaci di parlare (quando nell'anime l’unico ad avere questa dote è il Meowth del Team Rocket), la maggioranza dei protagonisti prendono il nome da frutta secca.

Pokémon Adventures (o La Grande Avventura)

Probabilmente il Manga più famoso legato al mondo Pokémon, anche questo è stato brevemente pubblicato in Italia da Panini. Anche questo pubblicato dall'etichetta Planet Manga, dopo otto volumi è stato sospeso in favore della pubblicazione de “Il Magico Viaggio dei Pokémon”, che come abbiamo visto non ha avuto più fortuna. Successivamente è stato ripreso da GP Manga per un arco narrativo, ed ora è stato preso da J-Pop, che sta pubblicando le raccolte di tutti gli archi narrativi sotto il nome “La Grande Avventura”. Panini ha pubblicato questo manga anche in Brasile, Germania e Messico, solamente (come in Italia) per alcuni archi narrativi. La trama del manga è quella che si avvicina di più a quella dei videogiochi, in quanto prende protagonisti e alcuni spunti di trama da questi ultimi.Si sviluppa in archi narrativi (che accompagnano le generazioni di pari passo), ed ognuno di questo segue un gruppo di allenatori durante le loro avventure in una regione. Gli allenatori in questione erano quasi sempre le due scelte possibili nei videogiochi, o alcuni personaggi fondamentali all’interno degli stessi. Nel caso dei tre Remake, RFVF, HGSS e ORAS, si vede il ritorno dei protagonisti degli archi originali, immersi in avventure totalmente nuove. Un particolare apprezzabile di questo manga è che personaggi non di rilievo dei videogiochi prendono più spazio e spesso danno il meglio di sé: basti pensare a tre dei Capopalestra di Kanto che si rivelano essere Generali del Team Rocket, Lt. Surge, Koga e Sabrina; oppure a Lance, che fa da antagonista principale durante l’intero Arco Giallo, per poi passare dalla parte dei buoni definitivamente nell’arco Heart Gold e Soul Silver, aiutando i protagonisti a sconfiggere Arceus.