Pokémon leggendari

Da Wiki Pokémon.
Versione del 23 mar 2021 alle 13:46 di MasterAlberth (discussione | contributi) (→‎Galar)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search

Generalità

I Pokémon leggendari sono creature uniche, legate profondamente alla storia della regione di cui sono nativi e alla trama del gioco in questione. Queste creature sono straordinariamente forti ed estremamente rare, dato che ognuna si può incontrare una volta sola. I leggendari, sono elementi essenziali per il brand, dato che spesso hanno condizionato la scelta della nostra versione di gioco. La seconda generazione fu la prima in cui vennero introdotti i primi leggendari esclusivi, ovvero Ho-oh e Lugia, che differenziavano le due versioni Oro e Argento. Questi Pokémon devono la loro forza alle loro statistiche di base, che sono ben più alte di molte altre creature presenti nei giochi. Secondo questo criterio il Pokémon più forte in assoluto è Eternatus forma Dynamax Infinito (o Eternamax), con una somma di statistiche totale di ben 1125. Generalmente i Pokémon leggendari non hanno sesso, ma ci sono alcune eccezioni:

  • Heatran, l’unico leggendario che può essere di entrambi i sessi a causa di un errore di programmazione, poi mantenuto nei giochi successivi alla quarta generazione.

Pur esistendo queste eccezioni, non è comunque possibile farli accoppiare, difatti il loro gruppo uovo è sempre sconosciuto. Attualmente (Dicembre 2020), vi sono ben 55 Pokémon leggendari nei giochi (escludendo le forme alternative di Arceus e Silvally) e fin dalla prima generazione sono stati introdotti almeno 3 Pokémon leggendari alla volta. La settima generazione detiene il primato per il maggior numero di leggendari aggiunti ovvero 11, mentre la quinta è all’ultimo posto con solo 3 nuovi leggendari introdotti. Questo ultimo posto sarebbe condiviso con l’ottava generazione se non fosse che tramite i DLC di Pokémon Spada e Scudo i leggendari dei primi titoli su Switch arrivano a 6.

Pokémon leggendari nelle varie generazioni

Kanto

Articuno, Moltres e Zapdos formano il cosiddetto trio degli Uccelli leggendari. Questi sono stati i primi tre Pokémon a formare un trio leggendario e le loro caratteristiche sono state utilizzate come base per i gruppi leggendari futuri. Si tratta di tre Pokémon equivalenti in somma di statistiche, in quanto tutti e tre dispongono di un totale pari a 580 punti di base. Essi hanno inoltre in comune l’abilità “Pressione”. Con il tempo sono diventati delle vere e proprie icone della cultura pop, grazie al secondo film Pokémon “La forza di uno”, lungometraggio di cui sono stati protagonisti, assieme al leggendario proveniente da Johto, Lugia.

Sempre in prima generazione è stato introdotto il più famoso tra tutti i Pokémon leggendari: Mewtwo. Rimasto nella memoria di tutti gli appassionati Pokémon degli anni Novanta, pur non facendo parte di alcun gruppo leggendario, Mewtwo è il clone ingegnerizzato del Pokémon misterioso Mew, creato per la volontà del boss del Team Rocket Giovanni, intenzionato ad impossessarsi di un'arma con cui assoggettare le masse. Veniamo a sapere per la prima volta della sua creazione nei documenti abbandonati nella Villa Pokémon sull’Isola Cannella. Qui scopriamo che nella villa dove il Pokémon venne creato, dopo essersi liberato dal controllo degli scienziati facendo uso della forza superlativa di cui era stato dotato, egli distrusse tutto ciò che aveva intorno, per poi andare a rifugiarsi nella Grotta ignota a riflettere sulla sua esistenza. Il grosso della sua fama però non gli viene dal successo dei primi giochi della serie, bensì dal primo film del franchise: “Pokémon Il Film - Mewtwo contro Mew”. Con il tempo, a confermare la sua popolarità anche da parte degli stessi dipendenti di Game Freak, in sesta generazione ha ricevuto ben due Megaevoluzioni, Mega Mewtwo X e Mega Mewtwo Y, una per versione di gioco.

Johto

I leggendari principali della seconda generazione, ambientata nella regione di Johto, sono Lugia e Ho-oh, mascotte rispettivamente di Pokémon Argento e Oro e dei successivi remake Argento Soul Silver ed Oro Heart Gold. I due compongono il cosiddetto Duo della Torre. Un tempo entrambi vivevano ad Amarantopoli, in cima alle due antiche torri; dopo l’incendio della Torre di Latta in cui risiedeva Lugia, il Pokémon fuggì, lasciando per sempre la città per non farvi più ritorno, alla volta delle Isole Vorticose. Vi è una forte contrapposizione tra Lugia e Ho-oh: il primo è detto il "Guardiano dei Mari" mentre il secondo il "Guardiano dei Cieli", essi hanno pertanto settori di competenza ben distinti, sebbene abbiano avuto una comune origine. Oltre a questo i due Pokémon sono distinti anche dal fatto che ognuno controlli un gruppo diverso di leggendari. Lugia, essendo l'unico in grado di tenere a bada la furia distruttrice di Articuno, Moltres e Zapdos, fa da capo al gruppo. Ho-oh invece controlla le cosiddette Bestie Leggendarie, un trio originario di Johto e composto da Entei, Raikou e Suicune. Il Pokémon viene considerato dalle tre bestie come un loro leader da quando egli le resuscitò (donandogli anche grandissimi poteri), come ricompensa per essere cadute vittima dello sfortunato incendio che distrusse la Torre di Latta, provocato da un fulmine.

Il "Guardiano dei mari" ha inoltre ricevuto particolare attenzione in quanto mascotte e protagonista del gioco Pokémon spin-off per Gamecube “Pokémon XD: Tempesta Oscura” in cui vi è Lugia Ombra. Esso non è altro che una versione alternativa e malvagia del leggendario, opportunamente ricolorata con toni scuri.

Hoenn

In terza generazione viene introdotta la meccanica del meteo che influisce nelle lotte Pokémon, la storia prende spunto proprio da questa e dunque faremo la conoscenza di Max ed Ivan, capi rispettivamente di Team Magma e Team Idro. Lo scopo del primo e quello di risvegliare il Pokémon leggendario Groudon per permettere al suolo di avere la meglio sui mari e gli oceani, viceversa Ivan desidera riportare alla luce Kyogre per inondare completamente la regione di Hoenn. A seconda della versione di gioco si otterranno la Gemma Rossa (in Pokémon Rubino per risvegliare Groudon) o la Gemma Blu (in Pokémon Zaffiro per risvegliare Kyogre). Durante la lotta finale tra i due leggendari, però, un terzo Pokémon interviene per placarli: si tratta di Rayquaza, che fin dalla deriva dei continenti ha avuto il compito di impedire che Groudon e Kyogre si sfidassero con il rischio che uno dei due abbia la meglio, eliminando uno degli ecosistemi (terra o acqua). Nei remake di sesta generazione viene introdotto l'archeorisveglio: una meccanica che in battaglia è quasi identica a quella della megaevoluzione, ma che nello specifico è applicabile a Groudon e Kyogre tramite le gemme per riportarli alla loro forma originaria (ArcheoGroudon ed ArcheoKyogre), mentre per quanto riguarda Rayquaza non c'è bisogno di uno strumento, utilizzando infatti la mossa Ascesa del drago, il Pokémon leggendario cambierà subito forma. I Pokémon erranti di questa generazione sono Latios e Latias (Pokémon eone), anche loro dotati di megaevoluzione nei remake, infine possiamo trovare i tre golem: Registeel, Regice e Regirock.

Sinnoh

Con Pokémon Diamante e Pokémon Perla si fa la conoscenza di Dialga e Palkia, Pokémon fondamentali durante la genesi del mondo Pokémon, essi sono infatti in grado rispettivamente di controllare tempo e spazio. Il Pokémon misterioso Arceus diede loro vita per controllare queste due dimensioni, in modo che l'universo dei Pokémon avesse delle leggi fisiche da seguire. Sebbene il loro "fratello" malvagio sia già catturabile nella coppia di giochi originale, per presentare Giratina è d'obbligo citare Pokémon Platino, gioco del quale è protagonista. In esso scopriremo infatti che Arceus, per evitare che il proprio mondo collassasse su sé stesso, diede vita ad un terzo Pokémon: Giratina stesso. Isolandolo nel Mondo Distorto, Arceus gli diede il potere di controllare l'antimateria e così di "sostenere" il mondo che conosciamo. Se poi i leggendari di terza hanno creato suolo e mari, il neo-introdotto golem Regigigas ha giocato un ruolo altrettanto importante, mettendo letteralmente a loro posto i continenti. Sempre a Sinnoh possiamo trovare i guardiani dei laghi Uxie, Mesprit ed Azelf ed i leggendari Heatran e Cresselia.

Unima

La regione di Unima basa la propria storia sul drago originale, l'unione tra Reshiram, il Pokémon bianco di tipo Drago/Fuoco, Zekrom, Pokémon nero di tipo Drago/Elettro e Kyurem, Pokémon di colore grigio di tipo Drago/Ghiaccio. Nonostante i suddetti colori, le versioni di gioco sono opposte, infatti in Pokémon Bianco potremo ottenere Zekrom, mentre in Pokémon Nero cattureremo Reshiram. In Bianco e Nero 2 grazie al Cuneo DNA potremo anche ottenere Kyurem biancoN2 e Kyurem neroB2 (rispettivamente l'unione tra Kyurem e Reshiram e tra Kyurem e Zekrom). Il trio errante di questa generazione è quello composto dai tre geni ThundurusB, TornadusN e Landorus (catturabile solo se si possiedono gli altri due). Questi tre Pokémon possiedono una forma terrestre che cambia la loro fisionomia e le loro statistiche. Un altro trio a Unima è composto dai cosiddetti moschettieri: parliamo ora di Virizion, Cobalion e Terrakion. Un ultima curiosità da affrontare è quella legata a Zorua e Zoroark: sebbene ora siano Pokémon abbastanza comuni, al tempo di Bianco e Nero erano considerati leggendari ed anzi, forse tra i più rari. In pochi, infatti, sapevano (e sanno) che l'unico modo per ottenere uno Zorua è quello di recarsi in un edificio ad est di Austropoli con un Celebi in squadra.

Kalos

Nella regione di Pokémon X e Pokémon Y troviamo rispettivamente Xerneas e Yveltal, Pokémon che il Team Flare tenterà di sfruttare per avviare la macchina di AZ. Oltre a questi due, un terzo leggendario popola la regione di Kalos, ed anzi, ne è il protettore. SI tratta di Zygarde, Pokémon che avrebbe dovuto essere introdotto in un ipotetica versione Pokémon Z che non ha mai visto la luce, costringendo il Pokémon a slittare nei giochi di settima generazione.

Alola

I Pokémon leggendari principali introdotti in settima generazione sono SolgaleoS/Us e LunalaL/Ul, il primo con il potere del sole, il secondo con quello della luna. Durante il nostro viaggio, affiancati da Lylia, scopriremo che quello che lei chiama Nebulino in realtà è un Cosmog, Pokémon leggendario in grado di evolversi prima in Cosmoem per poi diventare uno tra i due Pokémon di copertina rendendoli gli unici veri e propri leggendari di copertina in grado di evolversi. Sempre ad Alola vi si trova Necrozma, un drago che in antichità è precipitato sulla terra e ci è rimasto in un sonno lunghissimo. Una volta risvegliato, il Pokémon prisma assorbirà SolgaleoUs o LunalaUl, prendendo la forma di Necrozma criniera del vesproUs o Necrozma ali dell'auroraUl ed usando la sua mossa Z esclusiva può anche trasformarsi in UltraNecrozma. Nonostante non siano veri e propri Pokémon, vanno menzionate le Ultracreature, degli alieni che minacciano Alola. In passato avevano già invaso l'arcipelago ed oggi come allora vengono combattute da 4 Pokémon denominati i protettori dell'isola: Tapu Koko, Tapu Lele, Tapu Bulu e Tapu Fini. Infine resta Tipo Zero, Pokémon creato dalla Fondazione Æther per poter sconfiggere le Ultracreature e quindi studiarle; Iridio, prima di scappare di casa decide di liberare Tipo Zero e di portarlo con se e, togliendosi i blocchi che ha sul corpo, il Pokémon evolve in Silvally.

Galar

In Pokémon Spada e Pokémon Scudo la leggenda principale della regione non parla di Pokémon, bensì di cavalieri. Scopriremo invece che a salvare la regione dalla Notte oscura furono ZacianSp o ZamazentaSc. Durante lo svolgimento della storia del gioco sentiremo anche parlare di Eternatus, un "Pokémon" caduto sulla terra 20.000 anni fa e responsabile della trasformazione Dynamax. Restano poi i Pokémon introdotti con i DLC: nell'Isola solitaria dell'armatura troviamo Kubfu che evolve in UrshifuIsola solitaria dell'armatura (che oltre al tipo Lotta acquisisce il tipo Buio o il tipo Acqua a seconda della torre scelta), mentre nelle Terre innevate della corona ci sono Regieleki e Regidrago, le forme Galar degli uccelli leggendari (Articuno di tipo Psico/Volante, Zapdos di tipo Lotta/Volante e Moltres di tipo Buio/Volante), Calyrex, vecchio imperatore della regione di Galar ed il suo fidato destriero Spectrier o Glastrier (a seconda delle carote scelte nella quest di riferimento).