Pokémon

Da Wiki Pokémon.
Versione del 21 mar 2021 alle 13:19 di Pierdo34 (discussione | contributi)
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)
Jump to navigation Jump to search

Pokémon (in giapponese: ポ ケ ッ ト モ ン ス タ - Pocket Monsters, ポ ケ モ ン - Pokémon in breve) è un franchise multimediale globale di proprietà di Nintendo, Creatures Inc. e Game Freak.

Il marchio Pokémon, creato nel 1996 da Satoshi Tajiri, è apparso per la prima volta con l'uscita di Pokémon Rosso e Verde sviluppati da Game Freak e pubblicati da Nintendo per la console portatile Game Boy. La serie di giochi da allora ha ispirato una serie di media, tra cui anime e film, un Gioco di Carte Collezionabili (GCC), numerosi manga e vari giochi spin-off.

La serie si concentra sulle “creature tascabili” conosciute come Pokémon, così come sul loro mondo intriso di leggende, racconti e avventure. In questo universo i Pokémon coesistono con gli umani e possono essere catturati, addestrati e combattere insieme. Gli Allenatori, insieme ai loro Pokémon, viaggiano attraverso diverse terre con l'obiettivo di trasformare i loro sogni in realtà e rafforzare il legame di amore e fiducia che li tiene uniti.

Origine del nome

Come accade spesso con molte altre parole e frasi prese in prestito dall'inglese, il nome giapponese originario della serie (ポ ケ ッ ト モ ン ス ター Poketto Monsutā) divenne Pokémon durante lo sviluppo dei giochi originali, derivato dalla contrazione delle parole inglesi Pocket Monsters («mostri tascabili»).

Il nome Pokémon usato oggi nacque infatti durante la traduzione dei giochi per il pubblico inglese negli anni 1997 e 1998. Mentre in Giappone Pocket Monsters poteva essere facilmente registrato come marchio, il rilascio negli Stati Uniti si sarebbe rivelato difficile se questo nome fosse stato mantenuto, a causa del già presente franchise statunitense Monster in my pocket. Fu così adottata una romanizzazione alternativa della contrazione, con un accento acuto sulla «e» (“é”), per indicare la sua pronuncia specifica, poh-kay-mohn.[1]

Videogiochi

Pokémon Rosso, Pokémon Verde e Pokémon Blu segnano l’inizio della Serie principale dei Videogiochi Pokémon. Mentre i primi due titoli sono apparsi originariamente il 27 febbraio 1996 in Giappone con il nome di Pocket Monsters Rosso (ポケットモンスター 赤 - Poketto Monsutā Aka) e Pocket Monsters Verde (ポケットモンスター 緑 - Poketto Monsutā Midori), Pocket Monsters Blu (ポケットモンスター 青- Poketto Monsutā Ao) fu pubblicato il 15 ottobre seguente come edizione speciale.[2]

Tutti i videogiochi che corrispondono allo stile originale, esemplificato dai primi due giochi (Pokémon Rosso e Verde) fanno parte della serie principale, mentre quelli ambientati nel mondo dei Pokémon senza le caratteristiche di trama e meccaniche di gioco della serie originale vengono definiti spin-off.

Attualmente sono disponibili in totale 122 giochi Pokémon. Di seguito una lista aggiornata dei Videogiochi della serie principale:

Serie animata

In Giappone, la serie animata Pokémon (con il nome di Pocket Monsters) viene trasmessa per la prima volta a partire dal 1 Aprile 1997 ed è suddivisa in sette serie: Pocket Monsters, Pocket Monsters Advanced Generation, Pocket Monsters Diamond & Pearl, Pocket Monsters Best Wishes!, Pocket Monsters XY, Pocket Monsters Sun & Moon e Pocket Monsters (2019).

Al di fuori del Giappone, l’anime viene suddiviso in otto serie: Pokémon - Serie Gli Albori, Pokémon - Serie Oro e Argento, Pokémon - Serie Rubino e Zaffiro, Pokémon - Serie Diamante e Perla, Pokémon - Serie Nero e Bianco, Pokémon - Serie XY, Pokémon - Serie Sole e Luna e Pocket Monsters. Ogni serie è stata ulteriormente ripartita in stagioni, per un totale di 23 stagioni attualmente presenti.[3] [4]

Il protagonista è Ash Ketchum (in giapponese: サトシ - Satoshi), un ragazzo nato a Biancavilla e deciso a diventare Maestro Pokémon. A differenza della maggior parte degli Allenatori di Biancavilla, il viaggio di Ash inizierà però in modo inaspettato. Dal momento che arriva in ritardo all’incontro con il Professor Oak per ricevere il suo Pokémon iniziale, gli viene affidato l'ultimo Pokémon rimasto: un Pikachu che detesta rimanere nella sua Poké Ball.

Da allora, il grande legame che si instaura tra Ash e Pikachu accompagnerà i due durante i numerosi viaggi nelle sette regioni e sarà il filo conduttore della Serie animata Pokémon. Nel corso della serie, Ash incontrerà molti amici e prenderà parte a numerose battaglie, sempre più deciso a raggiungere il suo obiettivo.

Per approfondire vedi Serie animata Pokémon

Film Pokémon

Grazie al successo della Serie animata, il 18 luglio 1998 venne proiettato in Giappone il primo di una lunga serie di lungometraggi del mondo Pokémon: Pokémon il film - Mewtwo contro Mew. In Italia è stato proiettato il 20 aprile del 2000. A partire dal 1998 i film vengono prodotti ogni anno, per un totale di 23 lungometraggi realizzati finora. Come per la Serie animata, tutti i film hanno come protagonista Ash Ketchum e i suoi amici, ma vedono la comparsa di uno o più Pokémon leggendari o misteriosi.

Oltre ai lungometraggi basati sulla Serie animata, Pokémon ha ottenuto una trasposizione live action: Pokémon: Detective Pikachu, ispirata all'omonimo gioco per Nintendo 3DS. Il film, realizzato per opera di Warner Bros. e Legendary Pictures è uscito nelle sale italiane nel maggio 2019.[5]

Per approfondire vedi Film Pokémon

Manga

Pokémon Adventures è un manga scritto da Hidenori Kusaka e illustrato da Mato nei primi nove volumi e da Satoshi Yamamoto per i successivi, pubblicato in Giappone con il nome di Pocket Monsters Special (ポケットモンスター Special Poketto Monsutā Supesharu).

Il manga ha fatto il suo debutto in Giappone il 3 marzo 1997 e da allora viene pubblicato dalla casa editrice giapponese Shogakukan.[6]

In Italia, l’opera è stata pubblicata per la prima volta da Panini Comics nel 2002 con il titolo Pokémon Adventures, la redazione cartacea del manga Pokémon Adventures è stata poi affidata alla casa editrice GP Publishing. Una nuova edizione a cura di J-Pop, intitolata Pokémon – La grande avventura, è in corso dal 2016.

Pokémon Adventures è diviso in vari archi narrativi, che ricalcano le storie, i personaggi e le ambientazioni della serie di videogiochi Pokémon. Da sempre il sito di Pokémon Millennium si occupa di revisionare e localizzare i vari volumi, proponendo competenza ed esperienza per offrire ai lettori un manga di qualità.[7]

Per approfondire vedi Pokémon Adventures

VGC

Il VGC, anche conosciuto come Video Game Championship, è il Metagame ufficiale Nintendo del mondo Pokémon. Quest’ultima organizza annualmente tornei nei principali paesi del mondo, per giungere poi all’evento principale dell’anno: il Mondiale VGC. Solitamente questo si tiene in una città del Nord America, nel mese di agosto, e ospita i giocatori che hanno ottenuto i risultati migliori durante le varie tappe mondiali.

Alcune caratteristiche del VGC sono il fatto che le battaglie sono svolte in modalità doppia (2vs2) con un massimo di 4 Pokémon, al contrario del classico 1vs1 con 6 Pokémon che caratterizza il Metagame singolo giocato principalmente sui simulatori online.

Un’altra differenza fondamentale rispetto alla modalità 1vs1 è il Level Cap a livello 50, ciò comporta sostanziali differenze a causa dell’approssimazione per difetto delle statistiche, ma soprattutto della diversa rilevanza delle statistiche base, IV ed EV nella statistica finale.

Anche il Team Preview svolge nel VGC implicazioni maggiori rispetto al singolo. Ogni giocatore presenta in preview 6 Pokémon per poi sceglierne solo 4 e rivelarli durante lo svolgimento del match. È possibile creare molteplici strategie e sceglierne una specifica che possa contrastare o addirittura sorprendere quella ipotizzata dalla preview avversaria.[8]

Gioco di Carte Collezionabili

Il Gioco di Carte Collezionabili Pokémon, spesso abbreviato in Pokémon GCC (in giapponese: ポ ケ モ ン カ ー ド ゲ ー ム - Gioco di carte Pokémon) è un gioco da tavolo che prevede la raccolta, lo scambio e il gioco con carte ispirate alla serie di Videogiochi Pokémon.

Il gioco è stato inizialmente prodotto da Media Factory e introdotto in Giappone nell'ottobre 1996. Nel 1998 Wizards of the Coast acquisisce da Nintendo i diritti per pubblicare in Europa, America del Nord e Medio Oriente. Ad ora le carte vengono prodotte direttamente da Nintendo e da Pokémon USA Inc; Nintendo inoltre si occupa di gestire il Gioco Organizzato, promuovendo tornei in Italia e nel resto del mondo.

Pokémon GCC ha una propria serie di regole, ma utilizza idee e motivi derivati dai Videogiochi Pokémon: oltre alle carte Pokémon, troviamo carte Allenatore (con personaggi, strumenti e tematiche legate al franchise) e carte Energia.[9]

Ogni carta Pokémon presenta dei Punti Salute (o HP, Health Points), il cui valore indica i danni che il Pokémon in questione può subire prima di essere messo K.O, quando questo accade l'avversario pesca una delle 6 Carte Premio a sua disposizione. Ogni Pokémon è caratterizzato inoltre da un Tipo (con relative debolezze e resistenze), uno o più attacchi e spesso un’Abilità.

Lo scopo del gioco è vincere la battaglia contro l’avversario, che può verificarsi nelle seguenti situazioni:

  • quando l’avversario non ha più Pokémon in panchina da schierare ed il suo ultimo Pokémon attivo è stato messo K.O;
  • quando l’avversario, all’inizio del suo turno, non dispone più di carte nel mazzo;
  • quando un giocatore pesca l’ultima Carta Premio a sua disposizione.[10]

Note

  1. [1], da Bulbapedia
  2. [2], da Pokémon.co.jp
  3. [3], dal Sito Ufficiale Pokémon (giapponese)
  4. [4], dal Sito Ufficiale Pokémon (italiano)
  5. [5], da Wikipedia
  6. [6], da Wikipedia
  7. [7], da Pokémon Millennium
  8. [8], da Pokémon Millennium
  9. [9], da Bulbapedia
  10. [10], da Pianeta Hobby